Back

6 Cose così Finlandesi

Dopo sei mesi e il mio primo inverno nella fredda Finlandia, ecco le 6 cose che solo in vicinanza del circolo polare artico potete trovare. Vi porterò al di là dei soliti commenti su sauna e gelo che potete leggere da chiunque, il quale probabilmente non è mai stato a nord di Helsinki:

1- bimbo_suona_il_campanello_1L’assenza completa di campanelli

Innanzitutto c’è una sola cosa che il Finlandese, temprato dalle intemperie e dallo scontro con belve selvatiche, teme più di ogni altra cosa: l’invadenza di un vicino.

Tornato a casa dopo il lavoro, attorno alle 4 del pomeriggio, attraversato il laghetto su cui si affaccia la cittadina e fatta la spesa al K-market o all’S-market, il Finlandese si chiude in casa, accende Netflix, apre la Vodka e aspetta il giorno dopo. Perfino la Fortrezza della Solitudine di Superman sembra una discoteca della movida milanese in confronto al monolocale di un ingegnere informatico di Oulu: almeno Lois Lane e il generale Zod ci capitavano di tanto in tanto!

A quel punto anche il più temerario si ritrova smarrito se qualcuno bussa alla porta per chiedere il sale. Ora che la Nokia ha provvisto ogni conoscente di un telefono cellulare con cui farsi aprire, per tenere a bada gli sconosciuti ergo la soluzione si fa semplice: rimuovere del tutto i campanelli.

Questo la dice lunga sulla loro filosofia riguardante le comparsate, non previste, non richieste, non fattibili.

Il nirvana del Finlandese è la casa vacanze sull’isola nel mezzo di un lago, dato che nelle “città” c’è troppa ressa: tutte quelle 20, 50, 100 mila persone in un raggio di 30-50 km, al supermercato di sabato pomeriggio c’è ben una persona davanti a te in coda, a volte persino due, il tavolo di fianco al tuo è occupato e osano pure parlare, quando cammini in centro vedi più persone di quante dita ti sono rimaste dopo l’ultima battuta di caccia all’orso… decisamente troppa gente. Una bella casa in mezzo al lago, a 100km dal borgo più vicino, è la casa vacanze ideale.

Tenersi quindi lontano dalla gittata della classica ascia da boscaiolo nel caso malaugurato in cui si sia costretti a chiedere un aiuto. Dopo si rivelano, come al solito, cortesissimi. Però dopo…

2- Il Salmonaro

fish-on-the-grill-helsinki-2 Usciti da discoteca e in preda alla fame chimica quale spuntino preferito dalla gioventù? Kebabbaro? Solo da seduti, il kebab in piedi è stregoneria di gente posh di Helsinki! Panettiere? Non esistono, il pane si compra al supermarket o si fa in casa! Spaghettata da amici? Ricordate la storia del campanello: non vorrete mica finire tranciati da un’ascia da boscaiolo?!

IL SALMONARO (TM) soddisferà ogni richiesta culinaria a base di pesce in padella e cartoccio, a un prezzo oltraggioso ma comunque trascurabile rispetto a quello che avete bevuto per farvi venire la fame chimica, a furia di medie a 7 euri e shots a 4. Più tipico di un bratwurst, ricco di grassi omega tre e proteine, è la prova vivente di come i Finlandesi la sappiano lunga in fatto di sbronze e abbiano sintetizzato la scientifica cura doposbronza a seguito di secoli di applicazione del metodo sperimentale.

Unknown

3-La Marcia dei Pinguini

C’è un motivo darwiniano del fare chiuso, riservato, diffidente, poco collaborativo e poco chiaccherone del Finlandese, per capirlo basta camminare sul ghiaccio, magari mentre nevica e sferza il vento.

Il pinguino si è evoluto nel corso dei milioni di anni da uccello aggrazziato a botolo impacciato. Il Finlandese lo impara invece con l’imprinting giovanile, probabilmente seguendo la madre. Camminare a testa alta è impossibile. Le file parallele adatte alla conversazione un ricordo estivo, la fila indiana è l’unica praticabile mentre si attraversa la pianura congelata. Passi corti, col peso sbilanciato in avanti per equilibrarsi rendono il campus universitario una tenera replica di “Northen Planet” su Discovery Channel.

Alternativa, ma è considerata “terza età” perfino per loro, è la camminata nordica. Malefici bastoncini da usare per bilanciarsi e procedere a passo svelto e sicuro, testa alta e portamento regale anche presso il territorio più impervio. Ma non sono adatti al pub crawl, quindi scartati a prescindere: meglio pinguinare che dimenticarsi gli stecchetti quando si è al limite del coma etilico.

75774- Pericolo Attraversamento pattinatori

Quello che perdono in grazia su due piedi, il Finlandese lo recupera sui mezzi di trasporto. E' abilissimo a guidare tutto sullo sterrato, dalle automobili da rally, alle biciclette, ma ogni tanto bisogna porre attenzione a mezzi di trasporto imprevisti che fanno la loro comparsa in luoghi altrettanto improbabili.

Quando si attraversa il lago ghiacciato, con la testa bassa e in posizione pinguinale, ecco sfrecciare a velocità siderale il pattinatore mattiniero o serale. Sulla lastra di ghiaccio è molto più agile lui di voi, ciononostante sembra non notare la vostra presenza. In tipico stile finnico voi non siete un’altra persona con una sua fisicità, forma, espressione e desideri, ma una specie di poltergeist informe che forse potrebbe rivelarsi un problema se non schivato. E così vi schiva, come un paletto flessibile del supergigante.

Quindi per evitare la spiacevole sensazione di essere toccati, non come un essere umano tocca un altro essere umano, ma come uno sportivo tocca un suo accessorio, meglio realizzare la locazione delle piste di pattinaggio e attraversarle come pericolosi incroci. Cosa non facile, in quanto non vanno tanto per il sottile e pattinano anche quando sono coperte di neve, ma indispensabile, perchè sono sicuramente più trafficate delle loro autostrade.

_DSC6128 (2)5- Strani mezzi di trasporto

La neve, il ghiaccio, le foreste rendono le esigenze di trasporto _singolari. _Il Finlandese non si lascia scoraggiare come il Milanese che cambia il SUV quando va a raccogliere le castagne in val Biondone, con la sua Corolla del ‘99 e le gomme giuste fa anche la traversata della E6 (è la Route 66 della gente cazzuta del Nord, l’autostrada che fa tutto il confine fra Finlandia, Norvegia e Svezia in linea di principio continua fino a Roma!). In macchina ci va in sicurezza anche sui laghi e i mari, come la gente delle isole Åland che attraversa 200km di mare in auto!

Tuttavia a esigenze particolari corrispondono mezzi particolari. Ad esempio l’attempata signora fotografata qui sulla sinistra l’abbiamo vista andare a fare la spesa in slitta a spinta, a Kemi (in Lapponia), nell’anno del signore 2015. Comunque, anche nel nuovo millennio, sfrecciava sulla neve che manco con un drone andavi a far la spesa più in fretta, alla faccia di amazon.

6- Associazioni papillari stravaganti

Comunemente dolce e salato occupano luoghi diversi della lingua, del cervello e del pasto di un essere umano comune. Ho imparato che attraverso le culture esistono eccezioni a questa regola: alcune notevoli (come ricotta e marmellata di fichi) altre disgustose (come nutella e emmental). Tuttavia il Finlandese fa regola di questo tipo di arditi accostamenti e molto di più.

Il contorno fondamentale è la puoluhuillo, marmellata di mirtillo rosso che adorano (ci deve pur essere una ragione per cui il mirtillo rosso è voce vetrina su Wikipedia Finlandese). Per le grandi occasioni lakkahuillo, la marmellata di bacche artiche arancioni che crescono selvagge sopra il circolo polare. La marmellata di mirtillo rosso in quanto contorno fondamentale si accoppia con tutto: salsicce, fegatino, bistecca di renna, salmone, crepes, torte.

Ma l’apice lo si raggiunge col Salmiakki. E’ l’apoteosi di tipicità finlandese: estratto di liquirizia condito con cloruro di ammonio. Sì, **cloruro di ammonio: **elettrolita per batterie, fertilizzante, potente acido, ma soprattutto supplemento nutritivo per il bestiame e il Finlandese. Mi piacerebbe descrivervene dettagliatamente il sapore, ma non posso. Non solo perchè risulta difficile descrivere il sapore di una caramella alla liquirizia immersa in acido alchemico, ma soprattutto perchè me lo hanno rubato!

In coda al supermercato, nel mentre ritiravo la mia spesa nel mio zaino e pagavo il conto, è successo il misfatto e solo una volta a casa mi sono reso conto che il mio Salmiakki di prova è sparito dal novero dei miei acquisti. L’attaccamento del Finlandese al suo Salmiakki è tale da spingerlo allo scippo, probabilmente realizzando di essersi scordato tale imperscindibile vettovaglia e temendo le “urla” contrariate della compagna, rischia il tutto per tutto: la galera o la gloria. Considerando quanto schivi, pacati, rispettosi, moderati, osservanti di regole e leggi sono i Finlandesi, me lo immagino questo Mikko qualunque, tornare nella sua casa senza campanello, marciando goffamente tutto felice per aver scippato un Salmiakki a un indegno straniero che lo avrebbe sicuramente dissacrato su un blog in lingua straniera.

Comments

Comment by CimPy on 2015-03-09 23:42:05 +0000

Non male. Anzi,persino spassoso, a patto che possa tornare a casa con tutte le dita
😉

Sereno, eh?!

Ciao.

Comment by Andrea on 2015-03-10 08:07:20 +0000

Ciao CimPy, benvenuto!

Finche' si resta in citta', orsi non ce ne sono… al massimo boscaioli incazzati, ma basta dargli da bere!

Grazie.

Comment by trinity on 2015-03-11 19:31:55 +0000

Se qualche finlandese conosce l’italiano e ti traduce…scatta l’espulsione 😀
Sempre in cerca di farti bannare eh? Non demordi 😀 😛

P.s. comunque sui campanelli una certa ragione ce l’hanno…. vabbè che lassù i TdG e i venditori di aspirapolveri scarseggeranno, ma sempre meglio prevenire 😉

Comment by Andrea on 2015-03-11 20:39:30 +0000

ahaahah lool Banned from Finland!

I TdG non girano con ‘sto freddo… 😛 però fa in effetti abbastanza paura alle volte vedere una palazzina grande senza neanche un campanello.

Comment by Marco on 2015-04-03 23:08:56 +0000

La marmellata di mirtilli è quella che si vede in questo video? 😀
https://www.youtube.com/watch?v=cV6bOcCa694

Marmellata a parte, visto che è da qualche mese che seguo il blog mi sembra giusto farmi vivo. Ci sono anche io!
Ti ho visto su CS ai tempi dell’articolo su Del Giudice e ho apprezzato sempre di più i tuoi interventi. Effettivamente ti dovrei ringraziare (assieme a greylines e gvdr): mi ero fatto un po’ incantare, lo ammetto, ma mi hai riportato sulla giusta via! Tra l’altro il modo in cui ti hanno “mandato via” mi è sembrato una confessione piuttosto chiara di quanto gli facessi rodere le chiappette.
Ok, dopo questa sbrodolata rinnovo i saluti e avviso che non commenterò, magari solo gli articoli più leggeri 😀

Comment by Andrea on 2015-04-04 07:37:32 +0000

ahaha sì, spassosissimo!
Come vedi tutto assieme dolce e salato e latte. Addirittura in Finlandia si bevono il Piimä durante il pasto, che è praticamente latte/yoghurt acido imbevibile.

Mi fa incredibile piacere sapere di averti convinto, allora non è del tutto perso e le persone possono ancora essere convinte per il meglio!
Greylines e gvdr hanno effettivamente elevatissime competenze in materia, non so Greylines ma specialmente considerando che gvdr è un giovane matematico è impressionante vedere con che precisione incalza in continuazione con riferimenti bibliografici e il distacco con gli interlocutori è effettivamente evidente. La precisione in scienza è tutto e in quel sito molti autori quali dicono balle in modo scientifico, ma non parlan di scienza, non essendo sufficientemente precisi ma contraddicendosi spesso.

Grazie moltissimo per questo commento, mi ha svoltato la giornata, e spero che ne farai altri, anche in articoli meno leggeri e saranno graditissimi!

Comment by Marco on 2015-04-04 14:40:25 +0000

Diciamo che io non sono mai stato un loro “fan”, non li ho mai visti come gli unici paladini della scienza e della ragione in occidente. Però li seguivo con interesse. Sicuramente parte della colpa era dovuta ad ignoranza mia (se ti dico che ho fatto un anno di biologia mi spari :D), ma più che altro era dovuto al modo in cui li seguivo: li vedevo come persone preparate che facevano riflessioni interessanti, al di là di chi avesse ragione o torto.
Quello che è successo negli ultimi mesi, grazie ai vostri commenti, è stato che ho iniziato a vedere una crescente inutilità nelle loro polemiche: molti dei loro cavalli di battaglia, presentati come concetti illuminanti, si sono dimostrati argomenti che vengono già trattati tranquillamente dalla comunità scientifica; mentre altri si sono rivelati essere frutto di incomprensioni (come la non esistenza del tempo).
Se in più alcuni degli autori si sono rivelati tutto fumo e niente arrosto…si capisce che il danno è fatto.

Comment by Francesco on 2016-05-15 00:32:37 +0000

I finnici sono straordinari; basti pensare a come trattarono Hitler, che li aveva come alleati temporanei…. E si che sono 4 gatti… Tostissimi!

All rights reserved
Per commenti, scrivimi ad andrea (punto) idini (at) gmail (punto) com. Static web, no cookies collected.